Aziende più ambite da chi ha un Mba

aziende lavoro mbaL’edizione 2013 dell’Mba Survey, condotta da Universum, elenca le aziende nelle quali i titolari di un Mba preferirebbero lavorare.

La ricerca è stata condotta consultando un paniere di oltre 4 mila studenti, ai quali è stata sottoposta una lista di 175 aziende nelle quali sarebbero idealmente stati assunti.

Ebbene, nonostante le difficoltà finanziarie del comparto, tra le prime cinque posizioni ne troviamo tre occupate da aziende della new economy: Google conquista il vertice della classifica ottenendo le preferenze del 23,4 per cento degli intervistati; Apple tiene una ottima posizione conquistando il 14,8 per cento delle preferenze mentre Amazon si limita a un notevole 14,41 per cento.

A sorprendere è tuttavia la prestazione di Google, per il quinto anno in testa alla celebre classifica. Sorprende meno Amazon, prevista in rapida crescita, che passa dalla sesta alla quarta posizione. Stabile al secondo posto l’intramontabile mito di McKinsey, mentre si piazza in quinta posizione il Boston Consulting Group.

Estendendo il raggio di analisi, tra le prime 25 aziende della classifica spuntano Nike e Deloitte, Microsoft e Ibm, Walt Disney, Starbucks e il Dipartimento di Stato (tutte con incrementi di posizione tra i 2 e i 5 posti). Straordinaria la performance di 3M, che riesce a passare dal 37mo posto al 24mo posto, superando 13 posizioni.

Tra le aziende che perdono terreno notiamo invece la presenza di Morgan Stanley, che in un solo anno cede 12 posti ed esce dalla top25. Male anche Johnson & Johnson (-1), Jp Morgan e Lvmh (-2), Goldman Sachs, Facebook (che probabilmente paga qualche decisione strategica non felice, e il risultato non eccellente dell’Ipo), Blackstone Group (-3), General Electric (-4).

Per quanto attiene delle analisi settoriali, continua a perdere appeal il settore finanziario, mentre mantiene il suo intramontabile fascino il comparto della consulenza a vari livelli, dove leadership, ambiente di lavoro dinamico e creativo, sfide professionali quotidiane, sembrano farla da padrone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.