Credito alle imprese in calo in quasi tutta Italia

crediti impreseI finanziamenti concessi dalle banche alle imprese rischiano di diventare dei veri e propri miraggi in gran parte del territorio nazionale.

Erogazioni sempre più timide, accompagnate spesso dalla prestazione di garanzie esose e apparentemente ingiustificate in altri tempi, contraddistinguono infatti l’odierna relazione che sussiste tra le attività imprenditoriali tricolori e gli istituti di credito, in grado di rappresentare croce e delizia del supporto finanziario ordinario e straordinario.

Stando all’ultimo report curato da Unioncamere, ad esempio, tra il mese di giugno 2011 e lo stesso dell’anno successivo, il credito concesso dagli istituti bancari nei confronti delle imprese nazionali sarebbe diminuito del 2,5 per cento. Un calo che risulta essere più accentuato nelle regioni settentrionali, ma che tocca picchi di gravità soprattutto nelle singole regioni del Centro e del Sud.

Ma andiamo con ordine. Secondo Unioncamere, infatti, nel corso dell’ultimo anno il credito concesso dalle banche alle imprese avrebbe subito una contrazione del 3,4 per cento per quanto attiene le attività aziendali del Nord ovest, del 3,1 per cento nel Nord est, dell’1 per cento nel Centro e dell’1,4 per cento nel Sud. Il record negativo è tuttavia attribuibile a Molise e Sardegna, uniche due regioni italiane nel quale il trend delel erogazioni bancarie avrebbe fatto segnare una diminuzione supeiore al 5 per cento. Male anche Friuli Venezia Giulia, Veneto, Calabria e Lombardia, in grado di presentare una prestazione peggiore della media nazionale di almeno 1 punto percentuale.

Per quanto concerne invece la parte di bicchiere mezzo piena, si può certamente annoverare la buona ripresa delle erogazioni dei crediti alle imprese ottenuti in Vialle d’Aosta (+ 1,1 per cento), Sicilia (+ 0,4 per cento), Abruzzo (+ 0,3 per cento) e Lazio (+ 0,1 per cento).

Nel corso delle prossime settimane, pubblicheremo nuove stime sull’andamento del credito alle imprese nazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.